• Paola Loleo - Restauro - Genova
  • Marco Bottaro - Vetro - Genova
  • Serghei Matarese - Gelateria - Genova
  • Carola Parodi - Gelateria - Genova
  • Pasquale Fervorini - Bellezza - Genova
  • Agnese Ferri - Camiceria artigianale - Genova
  • Viviane Crosa - Confetture e sciroppi - Genova
  • Diego Cabutto - Pasticceria - Savona
  • Francesca Di Terlizzi - Profumi - Genova
  • Sara Fazio - Accessori moda - Varazze
  • Sara Bosco - Moda - Genova
  • Alessandro Loffredo - Oreficeria - Genova
  • Davide Satta - Metalli - Genova

SISTRI

Il SISTRI, il sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti, è uno strumento promosso nel 2009 dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare che lo ha introdotto per far fronte alla sempre più richiesta di innovazione e modernizzazione della Pubblica Amministrazione.

Il Sistri ha la finalità di garantire un maggior controllo della movimentazione dei rifiuti speciali, riduce i costi sostenuti dalle imprese, semplificando le procedure e gli adempimenti e gestisce in modo innovativo ed efficiente un processo complesso e variegato con garanzie di maggiore trasparenza, conoscenza e prevenzione dell'illegalità.

Sul sito ufficiale SISTRI è consultabile l’elenco dei soggetti che obbligatoriamente devono iscriversi e dei soggetti che possono iscriversi volontariamente ed è disponibile una guida (sia scritta che video) per l’utilizzo della chiavetta (o token) USB e per l’utilizzo del programma da parte di produttori, trasportatori e gestori di impianti.

In caso di chiavetta non funzionante è inoltre possibile scaricare una procedura per il ripristino del dispositivo USB da provare prima di comunicare a SISTRI il non funzionamento del dispositivo.


Approvato ieri, dal Consiglio dei Ministri, il Decreto Legge "Semplificazione" senza apportare modifiche all'articolo 23 relativo al SISTRI: confermata quindi la sua abrogazione dal 1° Gennaio 2019. Il prossimo 20 Dicembre, Confartigianato sarà presente presso il Ministero dell'Ambiente per la definizione dei...
13/12LEGGI
10
CondividiCONDIVIDI
"Sembra proprio che ci siamo: il SISTRI, il sistema di tracciabilità elettronica dei rifiuti, nato male ed ancor peggio gestito - afferma Enrico Taponecco, responsabile dell'ufficio Ambiente di Confartigianato -  è destinato a morire dal 1° Gennaio 2019". Sono queste le indicazioni dello schema del Decreto...
05/12LEGGI
114
CondividiCONDIVIDI
A poche settimane dalla scadenza del 31 Dicembre 2018, data fissata come termine di non sanzionabilità per il mancato utilizzo del SISTRI da parte delle imprese obbligate, abbiamo chiesto ad Enrico Taponecco, responsabile dell'Ufficio Ambiente dell'Associazione, un parere al riguardo. "Nel 2019, il SISTRI cosi come era stato...
13/11LEGGI
204
CondividiCONDIVIDI
L’esposizione a polveri di legno duro prevede oggi un Valore Limite di esposizione Professionale (VLP) pari a 5 mg/m3 per un periodo di otto ore. Questo valore è però elevato e scarsamente giustificato sul piano tecnico-sanitario perché l’esposizione a polveri di legno, oltre a patologie tumorali, può...
30/09LEGGI
199
CondividiCONDIVIDI
Dopo gli anni della crisi economica, continua ad aumentare la produzione di rifiuti speciali in Italia: nel 2016 aumenta del 2% rispetto all’anno precedente e raggiunge i 135 milioni di tonnellate, rispetto all’anno 2014 l’aumento è del 4,5%. Allo stesso tempo, l’Italia del riciclo è molto attiva: siamo tra...
03/07LEGGI
372
CondividiCONDIVIDI
L'ennesima incredibile vicenda tutta italiana a discapito delle piccole imprese è rappresentata dalla storia del Sistri: così commentano in Confartigianato. Il Sistri è il sistema informatico di tracciabilità dei rifiuti nato nel 2009 ma mai entrato effettivamente a regime malgrado i contributi versati dalle...
19/04LEGGI
528
CondividiCONDIVIDI
Scade il 30 Aprile il termine per l'invio della dichiarazione annuale dei rifiuti MUD: la normativa vigente consente però di presentarlo entro il sessantesimo giorno dalla scadenza del termine previsto, con l'applicazione della sanzione amministrativa da 26,00 a 160,00 euro. Sottolineiamo che la presentazione successiva ai 60...
19/03LEGGI
945
CondividiCONDIVIDI
Il deposito temporaneo dei rifiuti prodotti in un'azienda, pericolosi o non pericolosi, deve essere effettuato rispettando alcune precise disposizioni normative: in primo luogo, il deposito deve avvenire nel luogo stesso in cui gli stessi rifiuti sono prodotti e deve essere effettuato per categorie omogene, ovvero non è possibile la...
18/02LEGGI
998
CondividiCONDIVIDI
Scade il prossimo 30 Aprile 2018, come tutti gli anni, l'obbligo di presentazione della dichiarazione unica ambientale MUD per le imprese ed enti... - produttori iniziali di rifiuti pericolosi; - per quelle che hanno più di dieci dipendenti e sono produttori iniziali di rifiuti non pericolosi derivanti da lavorazioni industriali...
25/01LEGGI
1.099
CondividiCONDIVIDI
Trascorsi trenta giorni dalla richiesta di verifica della regolarità contributiva (tramite il servizio DURC on.line) senza riscontro positivo, le sezioni regionali dell'Albo devono negare l'iscrizione o cancellare le imprese iscritte all'Albo nazionale Gestori Ambientali: sono queste le nuove indicazioni a cui dovrà...
10/01LEGGI
1.184
CondividiCONDIVIDI

NORMATIVE

DOCUMENTI

 

Le attività di Rating di Confartigianato Liguria
VAI
PROGETTO AUTOCONTROLLO CARROZZERIE LIGURI - Dicembre 2013
VAI
SPECIALE ELEZIONI REGIONALI
VAI