• Marcella Diotto - Ceramica - Genova
  • Pedemonte Bike Biciclette - Mele (GE) con Carlo Denei
  • Carla Quaglia - Moda - Savona
  • Isabella Coppola - Accessori moda - Savona
  • Barbara Fresia - BF di Barbara Fresia - Ceramica (Savona)
  • Davide Satta - Metalli - Genova
  • Conti Pasticceria (Dolci - Genova) con Carlo Denei
  • Giorgia Dallegri e Federica Abruzzese - RIARREDIAMO - Restauro e riuso (Genova)
  • Alice Maviglia - Moda - Genova con Carlo Denei
  • Laura Bonfanti - Ceramiche Agorà - Ceramica (Savona)
  • Giuseppe D'Urso - Moda - La Spezia

Confartigianato ha incontrato a Roma i vertici dell’Agenzia Industrie Difesa

05 Gennaio 2016

Si è tenuto ieri mattina a Roma presso la sede dell’Agenzia Industrie Difesa, l’incontro fra una delegazione di imprenditori della Confartigianato spezzina, rappresentati da Paolo Tendola e Michele Ricci e dal direttore dell’associazione di via Fontevivo, Giuseppe Menchelli, con i vertici dell’Agenzia; presenti il Direttore Generale Gian Carlo Anselmino, Mario De Vico responsabile delle attività navali ed Emiliano Arrigo, responsabile della comunicazione.

La delegazione di Confartigianato ha sottolineato l’interesse per l’attività dell’Agenzia e il proprio favore al processo pilota di riciclaggio delle navi sicuro e compatibile con l’ambiente su cui l’Agenzia sta lavorando alla Spezia; territorio sul quale operano numerose imprese del settore delle bonifiche, demolizione, riutilizzo e valorizzazione dei materiali speciali; imprese che occupano oltre 200 addetti, che vantano esperienze pluriennali e che sono in possesso di tutte le abilitazioni e le certificazioni necessarie, a partire dalla ISO 30000 per il riciclaggio navale.

I rappresentanti di Confartigianato, in riferimento al dibattito sviluppatosi sull’argomento, hanno sottolineato come queste attività dovranno avere le autorizzazioni previste dalla legge, compresa l’eventuale AIA, e che non sia accettabile che si metta in discussione la sicurezza dei lavoratori e la salute dei cittadini proponendo “che queste attività si facciano altrove”. “Se emergeranno problemi sul processo industriale sviluppato dall’Agenzia – sottolinea Menchelli - queste attività non si dovranno fare ne alla Spezia, ne a Piombino, ne in nessuna altra parte in Italia e all’estero. In caso contrario ci chiediamo perché anche La Spezia non possa diventare un polo di riciclaggio per navi di piccole e medie dimensioni. E quando parliamo di riciclaggio, termine più corretto di demolizione navale, il rischio è quello di pensare ad attività inquinanti, come accadeva nel secolo scorso; oggi queste attività si svolgono in un bacino appositamente attrezzato, con procedure ad alta tecnologia e con il controllo costante degli organismi preposti.

L’Ingegner Gian Carlo Anselmino ha ringraziato e condiviso quanto esposto dalla delegazione spezzina e sottolineato come l'A.I.D. porti avanti il progetto con livelli di sicurezza altissimi, ben oltre quelli che la legge attualmente richiede e che non sia intenzione dell'A.I.D. rispondere quotidianamente a interviste di altri soggetti, ma ha confermato la disponibilità ad incontrare le parti sociali che vorranno avere maggiori delucidazioni.

 

Le attività di Rating di Confartigianato Liguria
VAI
PROGETTO AUTOCONTROLLO CARROZZERIE LIGURI - Dicembre 2013
VAI
SPECIALE ELEZIONI REGIONALI
VAI