• Nicola Castelli - Oreficeria - Genova
  • Laboratorio del rame 1860 (Rame - Genova) con Carlo Denei
  • Giovanna Parma - Abbigliamento sportivo - Ne
  • Marialuisa Rocca - Salse tipiche - Mele
  • Sara Fazio - Accessori moda - Varazze
  • Luisa Mongiardino - Tessuti - Genova
  • Dalpian - Il Sottobosco (Conserve di frutta - Tiglieto (Genova)) con Carlo Denei
  • Maria Angela Damonte - Il Fiordaliso - Composizione floreale (Arenzano)
  • Pasquale Fervorini - La.Chi.D. - Bellezza (Genova)
  • Agnese Ferri - Camiceria artigianale - Genova
  • Birrificio del Golfo (Birra - La Spezia) con Carlo Denei

TRASPORTI ED EDILIZIA - Autorizzazioni provinciali alla circolazione dei veicoli eccezionali e dei trasporti in condizioni di eccezionalità

10 Aprile 2018

Si avvisano le aziende che effettuano trasporti eccezionali o con mezzi in condizione di eccezionalità che la direttiva diramata dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti sulle autorizzazioni alla circolazione dei veicoli eccezionali e dei trasporti in condizioni di eccezionalità sta creando grossi problemi nel rinnovo delle autorizzazioni.

Il Codice della Strada impone alle aziende la presentazione in Provincia di un’istruttoria preventiva, in riferimento alle caratteristiche del materiale trasportato, alle caratteristiche dei veicoli impiegati nel trasporto e alle caratteristiche delle strade interessate dal transito. In particolare, quando gli enti proprietari o gestori di strade siano diversi da quelli che autorizzano il trasporto e nel caso in cui non siano disponibili e pubblicate le indicazioni aggiornate di percorribilità di cui al Catasto delle Strade. La Direttiva, infine, rammenta che, qualora siano necessari particolari accorgimenti tecnici o particolari cautele per salvaguardare le opere stradali deve essere prescritto un servizio di assistenza tecnica esterna sotto la sorveglianza e la responsabilità dell’ente.

Diverse aziende spezzine hanno lamentato problematiche nelle procedure di autorizzazione da parte della Provincia della Spezia in ragione al mancato assenso di qualche comune o di dati tecnici su ponti e opere pubbliche. I maggiori problemi riguardano i trasporti conto terzi e le macchine operatrici che superano le 440 ton.

Per questo motivo Confartigianato propone, dopo aver approfondito la questione con una serie di collaboratori e tecnici qualificati ed aver ha trovato nelle pieghe della normativa, una soluzione per non bloccare nei prossimi mesi il lavoro e gli appalti di molte aziende, in ragione al mancato assenso degli enti di competenza sulle relative opere pubbliche.

La direttiva infatti permette all'Ente provinciale di poter prendere “in esame documentazione tecnica presentata dal richiedente inerente l'idoneità di manufatti o opere d'arte sottoscritta da professionista abilitato”. In pratica attraverso uno studio tecnico convenzionato con Confartigianato a prezzi concordati si mette l’azienda nelle condizioni di poter di presentare rapidamente un'istanza all'ente documentando le caratteristiche delle dorsali e delle opere pubbliche in ragione dei mezzi e delle portate dei mezzi impiegati per poter ottenere autorizzazioni su tutta la Provincia della Spezia.

Per ulteriori informazioni è possibile tel. 0187.286652 oppure mandare una e-mail: carozza@confartigianato.laspezia.it

 

 

Le attività di Rating di Confartigianato Liguria
VAI
PROGETTO AUTOCONTROLLO CARROZZERIE LIGURI - Dicembre 2013
VAI
SPECIALE ELEZIONI REGIONALI
VAI