• Carola Parodi - Gelateria - Genova
  • Marcella Diotto - Ceramica - Genova
  • Carlo Bernat e Rosella Schiesaro - Ceramica - Savona
  • Sabrina Pellegrini - Accessori moda - Savona
  • Davide Satta - Metalli - Genova
  • Osvaldo Benevelli e Rosannita Mariani - Gelateria - Arenzano
  • Veronica Vipiana - Conserve - Finale Ligure
  • Alberto Monfrini - Gelateria - Genova
  • Giuseppe D'Urso - Moda - La Spezia
  • Marco Bottaro - Vetro - Genova
  • Francesca Di Terlizzi - Profumi - Genova
  • Alessandro Mombelli - Accessori moda - Bargagli
  • Tatjana Harcsuk - Accessori moda - Savona

Accettate il Consiglio (64) - Rixi Sottosegretario senza il sito di Massimiliano Lussana

04 Luglio 2018

Una visita guidata nel sito ufficiale del Mit, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, è abbastanza surreale.

Giustamente, infatti, vengono riproposte molte fotografie del ministro Danilo Toninelli, da Brescia con furore, il suo curriculum le sue dichiarazioni e financo i suoi profili social.

Una galleria che, quasi, ti fa sentire i sapori della Lombardia più profonda e il suo accento inconfondibile.

Ma non c'è alcuna traccia dei suoi Sottosegretari, né delle loro deleghe, compresi i due leghisti genovesi Armando Siri ed Edoardo Rixi.

E passi per Siri che, probabilmente non entusiasta del suo ruolo in questo ministero, per usare un eufemismo, ha anche sbagliato il nome del "suo" ministro in un'intervista recente.

Ma Edo, invece, ha subito stabilito un ottimo feeling con Toninelli, in nome degli obiettivi e dei risultati da ottenere.

Quindi, non c'è alcun boicottaggio ad personam, ad partitum o ad genuensis.

Semplicemente, non c'è traccia del nome dei Sottosegretari nel sito ufficiale del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e, addirittura, se si fa una ricerca interna al portale ufficiale, si trovano notizie ad esempio di Riccardo Nencini e degli altri sottosegretari, che erano sì nella squadra. Ma in quella di Graziano Delrio.

Fra l'altro, non è che avvenga così in tutti i Ministeri: nel sito del Viminale, ad esempio, Matteo Salvini - di cui tutto si può dire, tranne che non sia un attore protagonista di questi primi mesi di governo - riporta correttamente i nomi dei suoi quattro vice.

Comunque, ci sentiamo di rassicurare Edoardo e i suoi familiari, a partire dalla sua Marzia Vita, Siri e tutti gli altri.

Il giuramento al Quirinale "vale".

Le nomine sono state correttamente comunicate nelle aule di Camera dei Deputati e Senato della Repubblica, con tutti gli stalloni repubblicani e i timbri necessari al posto giusto.

E il decreto di nomina del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella è stato correttamente pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 13 giugno.

Per il sito e per le deleghe rinviate anche nel Consiglio dei Ministri dell'altra sera (agenzia Ansa delle 14,54 di lunedì: "Slitta l'assegnazione delle deleghe a vice Ministri e Sottosegretari del governo: nel Consiglio dei Ministri previsto per questa sera il punto, a quanto si apprende, non dovrebbe essere all'ordine del giorno") c'è tempo.

Del resto, abbiamo sempre detto che Trasporti e Infrastrutture devono essere più veloci in Italia...

 

Le attività di Rating di Confartigianato Liguria
VAI
PROGETTO AUTOCONTROLLO CARROZZERIE LIGURI - Dicembre 2013
VAI
SPECIALE ELEZIONI REGIONALI
VAI